05 marzo 2012

i biscotti del lagaccio



Buon lunedì (piovoso) a tutti!
Avete trascorso bene il weekend? il mio è stato come sempre movimentato, tra spese e produzioni di dolci, pulizie, nipoti appena arrivati e altri che arriveranno a breve...

In questo lunedì uggioso vi parlo dei biscotti della salute (come li chiamava l'Artusi) o del Lagaccio, quartiere di Genova, luogo da cui nascono.
Erano anni che non li mangiavo, mi è venuta voglia vedendoli qui.... così mi sono subito messa all'opera!
Leggeri e con quell'aroma di anice stellato inconfondibile... un pezzetto brioscioso l'ho tenuto da parte senza biscottarlo e devo dire che anche in questa versione è delizioso!






Ingredienti per 23 biscotti
162 gr. di farina 00
162 gr. di farina Sapori Antichi (Mulino Marino): farro, segale, kamut, enkir
100 gr. di zucchero
75 gr. di burro
25 gr. di lievito di birra
7 gr. di anice stellato
una presa di sale
100 ml di acqua

Fate sciogliere il lievito in un bicchierino da caffé di acqua tiepida.
Versate il lievito su 150 gr. di farina, impastate velocemente e fate lievitare finché raddoppia di volume.
Nella planetaria versta il resto della farina, lo zucchero, il burro a temperatura ambiente, i semi tritati di anice stellato e il composto lievitato.
Aggiungete a filo l'acqua e lavorate, per una decina di minuti. L'impasto dovrà essere elastico e liscio.
Mettete in una ciotola, coperta con la pellicola e fate riposare per un paio d'ore.
Trascorso questo tempo, riprendete l'impasto e lavoratelo velocemente.
Dividete l'impasto in due e ricavate dei filoncini.
Posizionate i due filoncini su una placca da forno ricoperta con carta da forno, teneteli separati il più possibile.
Lasciate riposare per mezz'ora.
Infornate a 200° per circa 20 minuti, i filoncini dovranno dorarsi in superficie.
Lasciate riposare i due filoncini per tutta la giornata (o fino al giorno dopo).
Trascorso il tempo, tagliate a fette oblique, di circa 1 cm, i filoncini.
Posizionate le fette su delle teglie da forno (non coperte con la carta da forno) e infornate a 160° gr. per un'ora. A metà cottura girate le fette in modo che si secchino su entrambi i lati.
Si conservano per diversi giorni in un contenitore di latta.


18 commenti:

  1. Anice stellato hai detto?? li desidero! :P

    RispondiElimina
  2. Eh, già copiata la ricetta.. e non potevo fare altrimenti, questi li voglio fare al più presto! buonissimi
    luisa

    RispondiElimina
  3. adoro i blog di cucina e il tuo è sopraffino, ti seguo, se ti va passa da me baci ady

    RispondiElimina
  4. Non li conoscevo, ma in qualche modo mi fanno pensare alle piparelle. Sembrano leggeri, ma golosi.

    RispondiElimina
  5. Io non li ho mai mangiati :-(
    Mi segno la ricetta, grazie!
    Ah! dimenticavo sono passata per comunicarti che
    se passi da me sono riuscita finalmente a sorteggiare le coppie del "dai! ci scambiamo una ricetta?" così vieni a scoprire chi è la tua compagna di scambio...

    RispondiElimina
  6. mi piace il loro profumo di anice!
    ti sono venuti davvero bene
    buona settimana

    RispondiElimina
  7. I biscotti del lagaccio....mi ricordano la mia infanzia genovese..che buoni! Bravissima!

    RispondiElimina
  8. dolcetti tradizionali,dal sapore inconfondibile! li adoro! ben fatto,cara!
    spery

    RispondiElimina
  9. grazie Lizzy.. questa ricetta mi sembra perfetta! li ho mangiati una sola volta: erano praticamente dei panetti di burro e zucchero cotti al forno... immangiabili, per me! e invece gli ingrdienti della tua versione mi sembrano molto equilibrati! li proverò di sicuro! bellissimi!

    RispondiElimina
  10. MMMmmMMMM ma sono tipo quelli della pan monviso??? (sottotitolati il biscotto della salute) se si li devo provare io adoro quelle fette biscottate simili ai biscotti sono miei!!

    RispondiElimina
  11. Oh signuuuuuuuuuuuuur! Impazzisco per questi sgranocchiosissimi biscotti ma con l’anice non li ho mai assaggiati. Che profumi paradisiaco arriva...j’adore ^_^ Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  12. Ma che meraviglia! L'anice mi piace moltissimo, brava! :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
  13. Sono stata abbinata a te nel contest ci scambiamo una ricetta, hai un blog molto carino e sarà difficile fare una scelta. Mi piace questa ricetta con l'anice ma voglio sbirciare meglio... mettiamoci d'accordo su quando pubblicare. saluti golosi marica

    RispondiElimina
  14. @Luisa: fammi sapere come ti vengono!

    @Ady: grazie mille sei gentilissima! benvenuta!

    @Ritroviamoci in cucina: piparelle? non le conosco, vado a cercarle!

    @Cinzia: grazie mille!! mi sono già messa in contatto con la mia compagna! :)

    @donatella: fammi sapere se ti piacciono!

    @v@le: diciamo più o meno, questi essendo più spessi sono davvero buoni!!

    @Federica: ehehe, che carina! :)

    @marica: ti ho scritto! :) A presto!!

    RispondiElimina
  15. Sai che sono secoli che vorrei provarli??? Come mi andrebbero adesso (che ho anche saltato la pausa pranzo!!! ;))....

    RispondiElimina
  16. assolutamente da provare,dovro' usare l'olio per problemi di intolleranze,verranno buoni ugualmente!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...